In questo sito utilizziamo i cookie per rendere speciale la tua esperienza di navigazione.

Chi Siamo

Paternesi.com
Typography

Paternesi.com nasce da un idea di Giorgio G. Ciancitto l'11 Novembre del 2002.

Inizialmente il sito aveva un'interfaccia grafica semplice e soprattutto si rivolgeva ad un pubblico paternese; col tempo la grafica è cambiata sino ad approdare ai giorni nostri con architetture web che hanno permesso di rendere Paternesi.com unico nel suo genere.

Paternesi.com è stato da esempio per tutti i neo siti web che si focalizzano sulla città, è stato quindi il pioniere dell'attenzione rivolta verso la cultura e le tradizioni della propria città. Soltanto adesso si possono cogliere i frutti di ciò che abbiamo seminato in tutti questi anni.

Il 15 Dicembre 2006, Paternesi.com si costituisce come Associazione Culturale Paternesi.com per avere maggior spazio e soprattutto tutela dell'operato sino ad ora svolto.

Con l'Associazione si comincia sempre più a concentrare il lavoro dal web verso la nuova sede istituita a Febbraio del 2008.

Grazie alla sede i soci hanno la possibilità di poter interagire tra loro per la costruzione del sito e lo sviluppo degli eventi e delle manifestazioni culturali.

Evento sicuramente principale che porta la sigla Paternesi.com, è il Memorial dedicato a Mariano Ventimiglia, scultore di fama mondiale scomparso nel 2006. L'evento è stato ideato dall'Associazione Culturale Paternesi.com in collaborazione con la Famiglia Ventimiglia.

I soci e i sostenitori appartenenti all'Associazione sono tantissimi e soprattutto sono in continuo aumento grazie allo sforzo fatto dallo STAFF per poter far conoscere l'Associazione.

In questi anni, Paternesi.com si è battuta sempre contro l'ignoranza e lo spreco, contro coloro i quali distruggono la città, contro quelli che sporcano e sono incivili.

L'associazione è apolitica e apartitica e non segue alcun fine di lucro.

 

Molti ci chiedono come mai non facciamo un social network "nostrano" e la risposta è semplice: Facebook e Twitter raccolgono molto di più e nascono esclusivamente come convogliatori di persone.
Paternesi.com fornisce news, video, interviste e tutto ciò che serve al Paternese e ai cittadini del mondo che vogliono conoscere Paternò. Per noi creare un "social" è praticamente inutile !
Alcuni si sono cimentati nella speranza di creare qualcosa copiando il nostro logo a volte prendendo il castello e a volte, ultimamente, la Rana.
Sono casi sporadici di fallimenti ancor prima di nascere e che nonostante seguiamo con interesse.

Dietro Paternesi.com c'è gente che ama Paternò e che si vuole mettere a disposizione dei Paternesi.

 

Paternesi.com è stato nel 2014 il sito più visitato di Paternò raggiungendo oltre 1.000.000 visite e convogliando migliaia di notizie.
Un ringraziamento va a voi Paternesi e ai navigatori che scoprono Paternò grazie al nostro sito ! 

 

Di seguito l'organigramma dell'Associazione
per contattare i singoli componenti, clicca su "CONTATTACI":

 

  • Giorgio G. Ciancitto - Presidente ed Ideatore Paternesi.com
  • Mario Cunsolo - Vice Presidente
  • Giuseppe Accolla - Resp. Sez. Mistero
  • Monika Schriefer Ventura - Resp. Sez. Salute e Benessere
  • Lorenzo Merola - Segretario
  • Sabrina Consoli - Marketing & Service Manager
  • Riccardo Bonanno - Responsabile RagalnaOnLine.com
  • Bruno Allevi - Resp. Sez. Motori
  • Anna Carcagnolo - consigliere
  • Roberta Ciancitto - Tourism & Visitor Economy Manager
  • Marina Caruso - Redazione
  • Francesco Randazzo - Redazione

Per una città migliore, partecipa anche tu!

La canzone che più ci rappresenta è dei Queen:

What is there left for me to do in this life

Did I achieve what I had set in my sights

Am I a happy man, or is this sinking sand

Was it all worth it, was it all worth

Yeah, now hear my story, let me tell you about it

We bought a drum kit, blew my own trumpet

Played the circuit, thought we were perfect

Was it all worth it, giving all my heart and soul and

Staying up all night, was it all worth it

Living breathing rock n'roll, a godforsaken life

Was it all worth it, was it all worth it all these years

Put down our money without counting the cost

It didn't matter if we won if we lost

Yes we were vicious, yes we could kill

Yes we were hungry, yes we were brill

We served a purpose, like a bloody circus

We were so dandy we love you madly

Was it all worth it was it all worth it

Living breathing rock n'roll, this godforsaken life

Was it all worth it, was it all worth it

When the hurly burly's done

We went to Bali, saw God and Dali

So mystic, surrealistic

Was it all worth it, giving all my heart and soul

Staying up all night, was it all worth it

Living breathing rock n'roll this never ending fight

Was it all worth it, was it all worth it

Yes, it was a worthwhile experience

It was worth it

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
e-max.it: your social media marketing partner