In questo sito utilizziamo i cookie per rendere speciale la tua esperienza di navigazione.

Paternò: Santa Barbara e l'inchino al figlio del boss Assinnata

News Paternò
Typography

Paternò torna a far parlare di se. Questa volta in primo piano la festa della santa patrona. Il video girato dal fratello del figlio del boss Assinnata fa notare come la tradizione dell'inchino e del saluto di "rispetto" sia ancora viva e attiva in una città che vuole risvegliarsi. Nel video si nota anche che l'inchino viene preceduto dal "bacio" e poi dalla musica del Padrino, segni evidenti che hanno fatto discutere non solo la comunità paternese bensì quella nazionale. Il video ha subito fatto il giro del web per poi essere presente nei principali media televisivi. Le Iene intervengono e con un servizio purtroppo molto vicino alla realtà, nonostante siano conosciuti per "gonfiare" i fatti per puro scopo di audencie, mettono in risalto tre punti: la cittadinanza non accetta e si discosta da questo atto, i vigili urbani presenti durante l'evento e il Sindaco. Primo punto, la cittadinaza non accetta e precede quello che avverrà nelle successive ore, ovvero la presa di posizione di molti cittadini, del Sindaco e dell'Assessore Campisano che organizzano una riunione flash per dire NO alla mafia. Secondo punto, i vigili urbani presenti all'evento, secondo quanto racconta il fratello erano proprio li ma in silenzio; su questo punto c'è da accertare le responsabilità di tale accaduto e agire nell'immediatezza. Terzo punto, il Sindaco Mauro Mangano, visibilmente colpito dall'evento; a lui è stato attribuita la mancanza di reattività e di sorveglianza. C'è da dire che il Sindaco non era presente al palazzo durante l'evento, aggiungiamo anche che il sindaco è stato sempre contro la mafia e contro azioni che hanno urtato la sensibilità della cittadinanza tutta. Ma a questo proposito ci chiediamo anche il perchè il comune debba "stipendiare" i fautori di un gesto simile con i soldi dei cittadini. Su internet ci sono stati in queste ore commenti legati allo sputtanamento della città di Paternò ma dobbiamo anche renderci conto che non si tratta di un gesto singolare, Paternò non gode di ottima salute, Paternò deve fare tanto per migliorare; certo è che questa volta le Iene sono state più caute e hanno dato visibilità alla cittadinanza che si dissocia da tutto ciò, per cui tutti a "lavoro" e che sia da sprono per una cittadinanza attiva e partecipata.
A questo punto vi lasciamo con il video montato dalle Iene

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
e-max.it: your social media marketing partner